"...E' un aspetto, questo, dello strano mestiere di cronista che non cessa di affascinarmi e al tempo stesso di inquietarmi: i fatti non registrati non esistono. Quanti massacri, quanti terremoti avvengono nel mondo, quante navi affondano, quanti vulcani esplodono e quanta gente viene perseguitata, torturata e uccisa! Eppure se non c'è qualcuno che raccoglie una testimonianza, che ne scrive, qualcuno che fa una foto, che ne lascia traccia in un libro è come se questi fatti non fossero mai avvenuti! Sofferenze senza conseguenze, senza storia. Perché la storia esiste solo se qualcuno la racconta. E' una triste constatazione; ma è così ed è forse proprio questa idea - l'idea che con ogni piccola descrizione di una cosa vista si può lasciare un seme nel terreno della memoria - a legarmi alla mia professione..."    (Tratto da: "Un indovino mi disse" di T. Terzani).

attualmente in edicola
[20-03-2014] » lista news

Emergenza maltempo: in 68 comuni veneti sospensione dei tributi e rinvio dei mutui. Dopo l’ondata di maltempo, in 328 comuni veneti  su 580 (ben 68 nel vicentino) scatta la sospensione dei tributi per il periodo dal 17 gennaio al 31 ottobre 2014 e il rinvio dei mutui a fine anno. Nella lista dei comuni rientrano Asiago, Enego e Lusiana.
La sospensione dei tributi e dei contributi fino a fine ottobre  - dichiara il deputato vicentino Filippo Busin, che ha scritto l’emendamento al decreto “Rientro capitali dall’estero” approvato ieri alla Camera – sollevano almeno momentaneamente le persone fisiche e le aziende che hanno subito gravi danni dall’alluvione”.
Manca ancora un tassello fondamentale – spiega Busin – il Governo deve dichiarare lo stato di emergenza sui rispettivi territori entro 15 giorni dalla data di entrata in vigore della legge.
Busin ricorda che piogge e nevicate straordinarie, che hanno superato le quantità del disastro del 1966, hanno causato l’interruzione di strade e comunicazioni, l’esondazione di fiumi, allagamenti quasi ovunque, frane e smottamenti su strade, chiusura di molti passi e collegamenti in zona dolomitica e black out. Il tutto con danni rilevanti anche alla stagione turistica invernale in montagna.

Home page
Archivio
Immagini
Links
Contattaci

La parola ai lettori
Gli angoli nascosti dell'Altopiano
I colori dell'Altopiano
L'editoriale
L’Altopiano e “L’Altopiano”. Un territorio, il suo giornale.
La redazione
My Altopiano
Rubriche
C'era una volta in Altopiano...
Altopiano Evergreen
Credits


PARTNER UFFICIALI

 
 
 

 

cookies policy
The watch market already had its Rolls Royce and Aston Martin in the form of rolex replica Patek Philippe and Jaeger-LeCoultre, what it needed was a Volkswagen, a hearty, reliable product for the masses, and replica watches that's what Wilsdorf provided. His dream was to make a watch that was the ultimate in rugged usability, something that looked good and could be worn by real people doing real jobs without fear of damage. But there was one element standing is rolex replica his way: water. Even as invisible humidity, water was the nemesis of a mechanical watch, finding its way into every nook and cranny and eating away at the delicate innards. So when Wilsdorf gave his 'Oyster' watch to Mercedes Gleitz for her to wear replica watches uk while she swam the English Channel, eyebrows were raised. Thanks to the hermetically rolex replica sale sealed case - screwed down at the front, back and crown - the watch performed without a hitch.