"...E' un aspetto, questo, dello strano mestiere di cronista che non cessa di affascinarmi e al tempo stesso di inquietarmi: i fatti non registrati non esistono. Quanti massacri, quanti terremoti avvengono nel mondo, quante navi affondano, quanti vulcani esplodono e quanta gente viene perseguitata, torturata e uccisa! Eppure se non c'è qualcuno che raccoglie una testimonianza, che ne scrive, qualcuno che fa una foto, che ne lascia traccia in un libro è come se questi fatti non fossero mai avvenuti! Sofferenze senza conseguenze, senza storia. Perché la storia esiste solo se qualcuno la racconta. E' una triste constatazione; ma è così ed è forse proprio questa idea - l'idea che con ogni piccola descrizione di una cosa vista si può lasciare un seme nel terreno della memoria - a legarmi alla mia professione..."    (Tratto da: "Un indovino mi disse" di T. Terzani).

attualmente in edicola
[12-03-2014] » lista news

Volontari cercansi per servizio civile
La Regione Veneto con la Legge Regionale n. 18 del 18/11/2005 "Istituzione del Servizio Civile Regionale Volontario" offre a giovani italiani e comunitari, residenti o domiciliati in Veneto, di età compresa fra i 18 e 28 anni la possibilità di sperimentarsi in attività e percorsi di vita, di solidarietà sociale e di cittadinanza attiva mediante l'attuazione di progetti di assistenza e servizio sociale, di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale, di promozione e organizzazione di attività educative e culturali, dell'economia sociale e di protezione civile. Per poter aderire è necessario partecipare, entro il 17 marzo, al Bando indetto dalla Regione, per la selezione di 148 volontari da avviare al servizio nell'anno 2014. In particolare, segnaliamo il progetto intitolato “Nessuno è Minore” presentato da C.N.C.A. Veneto (Coordinamento Nazionale Comunità d’Accoglienza ) che cerca 6 volontari da inserire per un periodo complessivo di 12 mesi in strutture di accoglienza per minori allontanati dalle famiglie di origine e giovani in situazioni di disagio. I contesti coinvolti in questo progetto sono molteplici e si estendono in ben quattro delle sette province venete. Le organizzazioni partner afferenti al CNCA Veneto si dislocano sull’intero territorio regionale. I contesti coinvolti in questo progetto sono molteplici e si estendono in una vasta porzione del territorio regionale. Tra le organizzazioni coinvolte menzioniamo l’Associazione Famiglia Aperta sul Mondo, che opera da più di trent’anni sul territorio dell’Altopiano. L’Associazione ha lo scopo di accogliere minori (di ambo i sessi, italiani e stranieri, dai 4 ai 17 anni) con problematiche familiari di vario genere.
L’Associazione persegue molteplici obiettivi: rispondere ai bisogni primari dei minori accolti; sviluppare un percorso educativo per ogni singolo minore che porti ad un suo reinserimento nella famiglia d’origine, sviluppando altresì percorsi di autonomia qualora il ritorno in famiglia non sia possibile; inserire i bambini/e e i ragazzi/e ospiti nel contesto sociale del territorio e tutelarne i diritti fondamentali. Oltre a ciò si propone di diffondere una cultura di rispetto e di tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e di sostenere azioni rivolte alla promozione di tali diritti.
A tale scopo, l’Associazione gestisce due comunità educative per minori con pronta accoglienza, in uno stabile situato in una zona periferica del comune di Asiago. Inoltre, per rispondere alle esigenze di quegli utenti che, raggiunta la maggiore età, non hanno alcuna prospettiva di reinserimento nel contesto sociale di provenienza, l’Associazione si è dotata negli ultimi anni di un progetto di sgancio; tale progetto consiste materialmente in due appartamenti, uno all’interno della struttura ed uno nel centro di Asiago, dove i ragazzi possono sviluppare, accompagnati da figure educative di riferimento, dei percorsi di graduale autonomia.
I giovani interessati a partecipare alla selezione del Bando potranno contattare l’Associazione Famiglia Aperta sul Mondo al numero di tel. 0424 462368 (cell. 348.2627738) o all’indirizzo di posta elettronica
famigliaaperta@tiscali.it. Per informazioni sul bando: http://www.cnca.it/attivita/servizio-civile/bandi
Operatori dell’Associazione Famiglia Aperta sul Mondo

Home page
Archivio
Immagini
Links
Contattaci

La parola ai lettori
Gli angoli nascosti dell'Altopiano
I colori dell'Altopiano
L'editoriale
L’Altopiano e “L’Altopiano”. Un territorio, il suo giornale.
La redazione
My Altopiano
Rubriche
C'era una volta in Altopiano...
Altopiano Evergreen
Credits


PARTNER UFFICIALI

 
 
 

 

cookies policy
The watch market already had its Rolls Royce and Aston Martin in the form of rolex replica Patek Philippe and Jaeger-LeCoultre, what it needed was a Volkswagen, a hearty, reliable product for the masses, and replica watches that's what Wilsdorf provided. His dream was to make a watch that was the ultimate in rugged usability, something that looked good and could be worn by real people doing real jobs without fear of damage. But there was one element standing is rolex replica his way: water. Even as invisible humidity, water was the nemesis of a mechanical watch, finding its way into every nook and cranny and eating away at the delicate innards. So when Wilsdorf gave his 'Oyster' watch to Mercedes Gleitz for her to wear replica watches uk while she swam the English Channel, eyebrows were raised. Thanks to the hermetically rolex replica sale sealed case - screwed down at the front, back and crown - the watch performed without a hitch.